giovedì 29 marzo 2018

Malasanità, responsabilità del medico e risarcimento danni

Sono sempre più numerose le richieste di consulenze legali da parte di pazienti che ritengono di essere state vittima di un errore in campo medico.
La nuova legge sulla responsabilità dei medici e la malasanità ha previsto nuovo articolo del codice penale, il 590-sexies che disciplina la responsabilità colposa per morte o per lesioni personali nell'ambito sanitario. Se il medico viene imputato per l'ipotesi di omicidio colposo o di lesioni personali colpose, si applicano le pene previste dal codice penale per condotta negligente o imprudente del medico. Con la nuova normativa, il medico non può essere condannato, anche se l’evento dannoso viene provocato per imperizia del sanitario, se il medico ha seguito tutte le raccomandazioni delle linee guida o le buone pratiche clinico-assistenziali adeguate alle cure o al trattamento chirurgico praticato al paziente.
Per tali ragioni, al fine di evitare un inutile e costoso processo, è essenziale una valutazione preventiva del caso da parte dell'avvocato, che si deve avvalere di un'adeguata e mirata analisi medico-legale.

Articoli correlati