TX Nefario - шаблон joomla Форекс

 Avvocato Penalista

 

L'avvocato penalista è una figura professionale che si occupa di consulenza e assistenza legale relativa al ramo di diritto pubblico che riguarda i reati e le conseguenti sanzioni previste dallo Stato Italiano nel caso di inosservanza ai relativi precetti normativi principalmente indicati nel codice penale e nelle leggi ad esso collegate.

L'avvocato penalista è dunque un avvocato specializzato nel campo del diritto penale, ove tra i comportamenti illeciti che lo Stato qualifica come reato vi sono i delitti (puniti con l'ergastolo, la reclusione e la multa) e le contravvenzioni (punite con le pene dell'arresto e dell'ammenda). In base al tipo di pena con la quale lo Stato Italiano ha deciso di punire un determinato illecito, il reato viene contraddistinto e differenziato dall'illecito civile o dall'illecito amministrativo. Solo i comportamenti puniti con l'ergastolo, la reclusione, la multa, l'arresto e l'ammenda, sono definiti come reato e fanno parte di quel ramo del diritto qualificato come penale.

Perché nasca un procedimento penale (che si trasforma in processo penale in un momento successivo) è necessario che ci sia la notizia di reato. Il Magistrato deve quindi essere messo in condizione di sapere che un reato è stato commesso. Questa notizia di reato può venire a conoscenza del Pubblico Ministero che opera presso la Procura della Repubblica del distretto territoriale di competenza:

- in base ad un'attività investigativa autonoma, che viene svolta d'ufficio, solo se quei fatti sembrano rientrare in un'ipotesi per la quale si può procedere d'ufficio, e sono pertanto definiti come procedibili d'ufficio;

- attraverso una querela, e quindi solo su querela di parte, ad esempio per i reati a tutela dell'onore. Il legislatore ha previsto che in questi casi il Pubblico Ministero può agire solo se il soggetto offeso dal reato lo richieda;

- attraverso la denuncia, mediante la quale si racconta un fatto dal quale possa emergere un reato procedibile d'ufficio . A differenza della denuncia, la querela aggiunge oltre al racconto del fatto anche la richiesta (querela) indispensabile affinche si proceda per quel fatto. La querela non può farla qualunque persona, ma solo la persona offesa dal reato;

- attraverso il referto, fatto dal medico, che segnala all'autorità giudiziaria che ha prestato la sua prestazione professionale in un caso che lascia pensare alla commissione di un reato e non ad un incidente. Il medico non deve sempre fare il referto, deve astenersi dal farlo quando il referto esporrebbe ad incriminazione il soggetto che si è sottoposto alle sue cure. Questo perché il legislatore ha stabilito che la tutela di ogni cittadino viene prima dell'esigenza di punire i reati. Il Pubblico Ministero ha sempre l'obbligo di esercitare l'azione penale, perché lo Stato Italiano ha impostato un sistema non a base discrezionale (Art. 112 della Costituzione Italiana). L'azione penale si esercita dopo una serie di attività di tipo investigativo. Nel momento in cui il Pubblico Ministero riceve la notizia di reato, questi la iscrive nel registro generale delle notizie di reato con un numero progressivo e forma il fascicolo del Pubblico Ministero; all'interno del fascicolo vengono inserite tutte le risultanze delle attività investigative. Dopo qualche tempo il Pubblico Ministero deve decidere cosa fare ed ha due opzioni:

1) Ritiene che il materiale emerso nel corso delle indagini non consente di costruire un'accusa e chiede l'archiviazione del procedimento;

2) Ritiene che gli elementi emersi nel corso delle indagini consentono di sostenere un'accusa e perciò richiede il rinvio a giudizio, che secondo il rito ordinario, viene fatta ad un GUP – Giudice dell'Udienza Preliminare, al quale viene richiesto di valutare la fondatezza della sua richiesta.

In questo secondo caso, il Giudice dell'Udienza Preliminare deve solo valutare se nel fascicolo del Pubblico Ministero c'è materiale sufficiente per sostenere l'accusa nel processo. Se il Giudice dell'Udienza Preliminare non è convinto dalle prove raccolte dal Pubblico Ministero per sostenere un'accusa, pronuncia una “sentenza di non luogo a procedere”. Se invece il Giudice dell'Udienza Preliminare è d'accordo con il Pubblico Ministero, allora questi dispone con un decreto che prevede che si celebri il processo nei confronti dell'indagato, e lo rinvia a giudizio. Emana quindi il decreto che dispone di un giudizio. Solo in questo momento inizia il processo e l'indagato assume la veste di imputato. Se il Giudice dell'Udienza Preliminare non è sicuro che il materiale è sufficiente a sostenere l'accusa in giudizio, può anche decidere di restituire gli atti al Pubblico Ministero chiedendo di fare più indagini e poi riformulare l'accusa nuovamente. E' importante sapere che nella fase delle indagini preliminari possono essere adottate delle misure cautelari personali o reali nei confronti dell'indagato. Le misure cautelari si distinguono pertanto in personali e reali, allorquando nelle prime, l'oggetto è la persona indagata o imputata che vede in un tempo limitato ridotta o soppressa la sua libertà personale o altri diritti o facoltà della persona; nelle seconde, (misure reali) l'oggetto è una cosa (mobile o immobile) che viene sottoposta a sequestro. I caratteri comuni alle misure cautelari personali e reali sono: lo scopo di prevenire la lesione di valori processuali relativi a situazioni di concreto pericolo per l'acquisizione o la genuinità della prova o attinenti alla possibilità di fuga concreta dell'imputato. In conclusione al fine di meglio espletare il proprio mandato professionale, e' importante che l'avvocato penalista abbia seguito un percorso professionale e formativo rilevante nel settore prescelto e sopra indicato. Tra i suoi obblighi, l'avvocato penalista, deve spiegare al proprio assistito o ai propri assistiti quali sono i diritti e i doveri e consigliare la soluzione migliore da percorrere. L'avvocato penalista, deve spiegare in modo molto chiaro ai propri assistiti il rischio ed il costo di un processo penale. Il migliore avvocato penalista deve saper coniugare doti tecniche ed umane, improntando la difesa del proprio assistito per tutta la durata del processo penale in modo corretto ed equilibrato. Il migliore legale deve essere anche un sapiente conoscitore delle esigenze del proprio cliente, e cioè un consulente capace di trovare soluzioni adeguate per guidare il proprio assistito per tutta la durata del processo penale. Sia a Roma che in Italia i migliori avvocati penailsti dovrebbero operare secondo queste tecniche. E' possibile richiedere una consulenza legale online di un avvocato penalista collegandosi anche al sito www.studiolegalemicali.com .